FIUGGI AL MONDIALE DELLA PIZZA

0
186

di Alessandro grande

Grande successo per Valerio Ricciardi ed il suo A-team Il mondo della cucina fa sempre più parte della nostra vita e cosi come in molti altri ambiti la sana competizione non fa altro che migliorare il livello dei contendenti. Al Campionato Mondiale di Pizza che si è tenuto a Parma dal 9 all’11 Aprile c’era anche un po’ della nostra cara Fiuggi con lo chef Valerio Ricciardi. Il ristorante di Valerio, Il Locandiere, conosciuto da tutti, da anni ormai grazie alla sua posizione alle porte della città accoglie tutti gli ospiti che arrivano e li saluta quando stanno andando via ed è ormai un punto di riferimento culinario per il nostro paese. Il Campionato Mondiale della Pizza è arrivato alla sua ventottesima edizione e tocca tutti gli aspetti della ristorazione e non solo. Dodici le categorie in cui si sono sfidati ben 775 tra chef e pizzaioli. Il nostro Valerio ha partecipato con la sua squadra, la A-team, e conseguito risultati ovviamente fantastici e allora preparatevi a leggere perché le prossime righe hanno un elevato contenuto gastronomico. Innanzitutto il team si è classificato al secondo posto assoluto a squadre, a un passo dal vincitore con na piazza d’onore dal valore ancora più alto visti i tantissimi concorrenti. Nella categoria pizza a due le coppie composte da uno chef ed un pizzaiolo si sono sfidate sulla base di a izza gourmet e la coppia composta da Valerio Ricciardi ed il pizzaiolo Francesco ellocchio ha conquistato il terzo posto con una preparazione il cui nome è tutto un programma: la izza “de core e de panza”.

Mondiali Pizza

Nella foto, da sinistra: Valerio Ricciardi, Tony Scalioti, Tony militi, Alessio Alioto, Francesco Bellocchio, Teresa

 

Gli ingredienti? Base di focaccia con profumi di bosco, lardo, crema di finocchi, coniglio alla curcuma, quaglia al timo, cotenna soffiata e laccata con olvere d’oro, burrata di bufala, pomodori secchi, asparagi selvatici! Cose da fare mpazzire ogni palato. Per completare il tutto un premio il cui solo nome renderebbe iero qualsiasi chef: il Premio Heinz Beck. Per chi non lo conoscesse Heinz Beck più che uno Chef è una leggenda della cucina ed il suo ristorante La Pergola a Roma, tre stelle Michelin, è da anni tra i primi del mondo. In questa categoria gli chef si sfidavano sul tema del primo piatto in pizzeria e Valerio si è distinto con un piatto che ancora una volta parla da solo e gli è valso il quinto posto: carbonara e grigia con rapette, guanciale croccante ed alga spirulina. Di certo la nostra Fiuggi ha da sempre prodotto grandi cuochi e chef e non aveva certo bisogno di un premio per ribadire la sua grande tradizione, in moltissimi ristoranti stellati ci sono nostri concittadini, capitanati dallo stellato Giulio Terrinoni, ma premi come questo non fanno che confermare la tendenza. Grandissimi complimenti a Valerio ed al suo A-team per il successo ed un grande in bocca al lupo per le prossime competizioni.