FIUGGI, NONOSTANTE  I SUOI PROBLEMI, HA ANCORA IL CUORE E IL TEMPO DA DEDICARE ALLA SOLIDARIETÀ’

0
713

 

Migranti 1

“Africa per il sociale” è un’idea nata e partita due anni fa nel C.A.S. (Centro Accoglienza Straordinaria) di Fiuggi gestito dalla Coop Synergasia, con cui collaboro dal 2017. Mettendo a fuoco quello che voleva essere un progetto volto alla inclusione ed integrazione sociale dei richiedenti asilo, nonché della loro partecipazione attiva alla vita cittadina, abbiamo elaborato una proposta all’attuale Amministrazione “Baccarini” di realizzare una sorta di patto di intesa. Proposta accolta favorevolmente e dopo alcuni mesi in cui sono state superate le varie difficoltà  burocratiche, lo scorso giugno,  finalmente, è stato siglato l’accordo tra la Cooperativa, il Comune di Fiuggi e la Prefettura di Frosinone al fine di mettere in pratica un progetto di volontariato (totalmente gratuito) da noi denominato VIUSIM, acronimo di Volontario Intervento di Utilità Sociale per l’Inclusione ed Integrazione Multietnica teso, appunto, al raggiungimento dei suddetti scopi. 

Sono stati lo stesso sindaco Alioska Baccarini,, la vice sindaco Marina Tucciarelli, i consiglieri Gianluca Ludovici e Marco Paris e i loro collaboratori a dare la sferzata finale sbloccando il  progetto che si era arenato in qualche oscuro ufficio. Sempre la stessa Amministrazione ci ha messo subito nella condizione di poter operare  dandoci man forte e sostegno, dimostrando  interesse e partecipazione attiva, collaborando fattivamente anche nelle fasi pratiche, mettendo  a diposizione  i materiali necessari per gli interventi da  espletare e garantendoci il prezioso aiuto degli operai comunali Luciano ed Angelo che si sono sempre dimostrati disponibili e ai quali va il nostro sentito ringraziamento. Gli interventi più urgenti sono stati concordati  con l’Ufficio Tecnico del Comune nelle persone di Gianni Bonanni e  Paolo Simonelli e con la collaborazione della dottoressa Giulia Carletti, assistente sociale, Ci siamo subito messi all’opera eseguendo lavori di  ripulitura, pittura, manutenzione,  diserbatura  manuale in tutte le zone cittadine. In particolare, con l’assessore Marco Fiorini, abbiamo individuato alcune aree del centro sportivo Capo i prati  che sono state ripulite e diserbate. Con la Dental Equipe di Daniele Carletti, da sempre in prima linea nelle opere sociali, sempre a Capo i prati, abbiamo provveduto  alla manutenzione dell’area attrezzi della pista ciclopedonale e, spostandoci a Fiuggi Città, alla tinteggiatura delle panchine del centro storico e ad una revisione dei mobili usurati dell’archivio comunale sotto la supervisione del bravissimo  Paolo Simonelli. Altri interventi sono già stati ultimati, altri sono in corso d’opera, altri sono in cantiere. Ovviamente trattandosi di speciali categorie di volontari, tutto si effettua nei tempi scevri da altre operazioni primarie come il rinnovo di documenti che ha priorità assoluta. 

I ragazzi partecipano con entusiasmo e per la prima volta cominciano ad avere una visibilità diversa in città e questo ha fatto nascere la voglia di fare qualcosa di più e di utilizzare altro tempo libero in iniziative che fossero in qualche modo utili alla nostra comunità . Il tema principe degli interventi, sul quale tutti siamo d’accordo, è l’ambiente. La terra è di tutti ed è la nostra unica casa:  questo vale per africani, europei, asiatici….

Nessuna differenza …nessuna!

Io conosco molto bene questi ragazzi, li conosco  uno ad uno: conosco i loro nomi,  le loro storie e soprattutto la loro voglia di fare, di essere accettati e considerati. Purtroppo il clima di odio e di intolleranza gratuita e generalizzata ha fatto  perdere del tempo prezioso… tuttavia abbiamo cominciato insieme a guardarci attorno e su segnalazioni dei  nostri concittadini  siamo intervenuti anche in piazza Helmstedt che abbisognava di una decespugliazione e di una bella ripulitura da plastiche ed  erbacce. Opera in stand by poiché fattibile per noi solo nelle ore pomeridiane  quando il parco è frequentato da bambini e quindi alcuni lavori potrebbero rivelarsi pericolosi per i piccoli utenti: altrimenti avremmo già terminato.  Quindi, su segnalazione di un’altra concittadina siamo andati a Piazza Silone dove abbiamo trovato un’area  fortemente degradata e sporca. Un vero peccato. Abbiamo  deciso di fare una serie di interventi, ovviamente a puntate, al fine di tentare di rivalutare e recuperare uno spazio  abbandonato a se stesso ma per Fiuggi molto importante.  Abbiamo cominciato con la rimozione di tutto il materiale inquinante come le plastiche o riciclabile come le bottiglie di vetro e abbiamo rimosso  erbacce e fogliame. 

Non sappiamo ancora se sarà possibile, con i nostri strumenti, rimuovere dalla città quei graffiti che non possono essere considerati  Street art,  ma soltanto espressioni  di pessimo  gusto e di volgarità. Comunque ci proveremo. 

Sempre con i ragazzi stiamo pensando ad iniziative per una rivalutazione, a basso costo. di qualche angolo cittadino con un po’ di contaminazione african style,  per un utilizzo consapevole, partecipato, divertente ed ecologicamente sostenibile. 

La città di Fiuggi come sempre dapprima si mostra distaccata, a volte critica e fredda,  ma con il tempo devo dire che da parte di tutti fino ad ora c’è sempre stato rispetto reciproco oltre che una certa benevolenza dimostrata con gesti che fanno capire che questa città, nonostante abbia tanti problemi, ha ancora il cuore e il tempo da dedicare alla solidarietà. 

Fino alla fine di settembre noi saremo “in giro” per continuare a dare il nostro contributo volontario  e  il nostro gruppo è aperto a tutti coloro che abbiano voglia di partecipare e di fare insieme. Il mio sogno, al di là di come andrà a finire, è quello di vedere nascere amicizie che non si perderanno nel tempo e di essere stati testimoni diretti di un fenomeno,  quello della migrazione, che ha riguardato, riguarda  e riguarderà tutti, visto non solo come un problema, ma anche  come una risorsa, a condizione che sia ben gestito.

Emanuele Pietrobono