LA PARTITA DEI GOL FINISCE IN PARITÀ Campobasso – Fiuggi 4- 4 di Pierpaolo Ambrosetti

0
426

Tifosi.jpgPalcoscenico importante quest’oggi per l’Atletico Terme Fiuggi. La squadra allenata da mister Incocciati, il quale ha compiuto gli anni ieri, 16 novembre, e al quale vanno i più sentiti auguri da parte della redazione del Fiuggi, è scesa in campo al “Nuovo Romagnoli” di Campobasso, impianto da 25000 spettatori, omologato per la Serie B. Prestigiosa, dunque, la squadra ospitante, il Campobasso, che proprio in serie B militò nei suoi anni migliori ( quasi tutti gli anni ’80 del secolo scorso) e che è stato comunque ben presente tra i professionisti della Serie C oltre che poter vantare nel palmarès una Coppa Italia dilettanti. Le squadre al momento del fischio d’inizio navigano a metà classifica, separate da un solo punto di distanza: 15 per il Campobasso e 14 per il Fiuggi. In una classifica corta da 18 squadre chi vince farebbe un bel passo avanti verso la parte alta della graduatoria.

Fiuggi in maglia nera, come ci ha ormai abituati ad apprezzare, Campobasso maglia grigia, pantaloncini rossi e calzettoni rossi.

Passa in vantaggio il Campobasso al minuto 7: cross basso dalla fascia destra, all’apparenza facile preda del portiere, ma Cogliati con l’istinto da attaccante d’area anticipa La Gorga e mette dentro.1-0 Campobasso.

Risponde subito il Fiuggi al 9′: palla al limite dell’area e gran tiro di Macrì, sfera ben calciata che tocca la parte bassa della traversa e si insacca a portiere battuto.1-1 Fiuggi.

Partita viva e il Campobasso con il suo numero 10 Alessandro guadagna un calcio di rigore al 20′, lancio lungo verso la fascia sinistra, il 10 stoppa, entra in area e viene atterrato in modo falloso. Calcio di rigore ben parato da La Gorga ma ribattuto corto, Musetti, 9 avversario, si fionda sulla ribattuta ed é facile il gol del 2-1 per la squadra di casa. Commovente quando la Curva Gasperone espone uno striscione in onore dei Vigili del Fuoco che hanno perso la vita pochi giorni prima e che sono molto impegnati intorno alla città di Venezia e ai danni che ha causato il tempo in questo fine settimana. Azione applaudita da tutto lo stadio.

Il 3-1 del Campobasso arriva al minuto 30 grazie a un veloce break che trova la difesa ospite alta ed é facile, dunque, per gli attaccanti avversari penetrare fino in aria di rigore fiuggina. Il primo tiro respinto dal portiere La Gorga, il secondo, imparabile, e va ad insaccarsi sul secondo palo.

Secondo tempo che comincia con il Fiuggi in avanti e che va a guadagnarsi un rigore prima concesso e poi annullato dall’arbitro al minuto 2.

Fiuggi che non demorde e il 3-2 arriva grazie ad un autogol al minuto 49: cross dalla fascia destra e palla che attraversa tutta l’area di rigore, palla sul petto del difensore Fabriani che, andato a chiudere la

diagonale, appoggia la sfera alle spalle del proprio portiere.

Fiuggi in palla, e il rigore questa volta è guadagnato al minuto 54. Palla recuperata sulla mediana del Campobasso, passaggio per Basilico che entra in area e viene atterrato. Questa volta per l’arbitro non ci sono dubbi e per Manfrellotti é una formalità spiazzare il portiere, andando poi ad esultare sotto il settore occupato dai tifosi fiuggini. 3-3 e rimonta fiuggina completata.

Partita ricca di emozioni da una parte e dall’altra, a dimostrazione dell’importanza dei 3 punti in questa gara.

Nel momento migliore del Fiuggi, che era andato vicino al gol con una traversa colpita da Basilico ( minuto 75), ecco il gol del Campobasso al 77′: discesa dalla fascia destra e palla in mezzo per Cogliati, intesa buona tra assistman e attaccante e sfera calciata sul primo palo con La Gorga in uscita, nulla da fare e 4-3 per la squadra locale.

 

Fiuggi che non si arrende e trova il pareggio sul finire del secondo tempo con Forgione: ancora una volta l’azione nasce dalla fascia destra con la palla che viene scodellata in aria, tiro sottoporta del centrocampista fiuggino e gol del 4-4 per la gioia dei tifosi.

Finisce in pareggio e Fiuggi che si porta a 15 punti, mantenendosi fuori dalla zona calda della classifica e a -4 dai playoff. La squadra termale si conferma con una compagine in forma e difficile da battere. Prossimo impegno, dopo due trasferte consecutive, in casa contro la Sangiustese per cercare di confermarsi.

Campobasso, 17 novembre 2019