LORENZO   REALIZZA IL SUO SOGNO

0
1393

Seminarista Foto.jpg

Lorenzo Ambrosi,  19 anni, ha iniziato il percorso che lo porterà alla realizzazione del sogno che ha fin da bambino: diventare sacerdote.  Da anni siamo abituati a vederlo nella chiesa di San Pietro, con tanta serietà, servire la Messa e occuparsi di altre funzioni.

E’ appassionato della Bibbia e  fa parte della seconda comunità neocatecumenale di S. Pietro.

E’ stato il bambino e il ragazzo sul quale hanno potuto fare affidamento tanti nostri sacerdoti ad iniziare da Don Celestino, Don Pierino, Don Gigino, Don Raffaele, Don Pier Luigi. Lui li considera maestri non solo di fede, ma di vita e si onora di avere lo stesso nome del nostro vescovo, mons. Lorenzo Loppa, per il quale prova affetto,  stima,  ammirazione per le sue omelie tanto profonde quanto  capaci di entrare nei cuori di tutti.

Dopo la maturità scientifica dello scorso luglio, il 29 ottobre Lorenzo è entrato nel seminario regionale “Leoniano” di Anagni dove  frequenterà  l’anno propedeutico, o di discernimento vocazionale, al termine del quale potrà decidere se continuare il cammino di formazione  al sacerdozio. Ma i suoi genitori Luciano e Paola Severa, la sorella Michela, la nonna Maria,  che lo conoscono bene, non hanno dubbi come non ne ha lo zio Ennio, nostro collega, convinto che tra qualche anno il suo nipotino diventerà don Lorenzo.

Lorenzo Ambrosi ha servito la Messa al termine del convegno diocesano svoltosi al Centro pastorale di Fiuggi il 28 e 29 settembre scorsi che mons. Loppa ha inaugurato con queste parole:: “Quest’anno il convegno sarà incentrato sulla pastorale giovanile, poichè il sinodo dei giovani, celebrato nell’ Ottobre dell’anno scorso, con la sua preparazione, la sua celebrazione e l’esortazione post-sinodale “Christus vivit” di Papa Francesco, ci ha offerto degli assist straordinari per l’educazione alla fede soprattutto delle giovani generazioni, perciò occorre prendere al volo questa occasione e non lasciarsela sfuggire”.

Parole che inorgogliscono i famigliari per l’educazione che hanno saputo dare a Lorenzo, al quale auguriamo di diventare il continuatore dell’opera di quei sacerdoti che tanto hanno fatto per Fiuggi e la sua comunità. .

FIUGGI