LE CAMPANE SUONANO A FESTA. ATLETICO TERME FIUGGI 1-  OLYMPIA AGNONESE 0

0
180

 

Partita foto

 

Fiuggi, 16 febbraio 2020. Dopo la sconfitta a Montegiorgio per 2-0, il Fiuggi è chiamato a rispondere quest’oggi tra le mura amiche del “Capo i prati”. L’avversario è una ostica Olympia Agnonese, squadra molisana che rappresenta Agnone, famosa città storica per la creazione di campane. All’andata si imposero proprio i molisani per 2-1. L’Atletico Terme Fiuggi prima dello stop di domenica scorsa aveva raccolto 8 risultati utili consecutivi che lo avevano portato in scia alla zona playoff, ora distante 9 lunghezze. L’Agnonese dopo una partenza in campionato a rilento, è riuscita a scalare la graduatoria arrivando,.al momento del calcio d’inizio, ad occupare proprio il 5° posto in classifica, l’ultimo utile per qualificarsi ai playoff. I ragazzi di Incocciati sono chiamati dunque ad una importante prestazione, per accorciare la classifica e per rispondere con i fatti alla prestazione di Montegiorgio. Da evidenziare le assenze della squadra termale, orfana del cannoniere D’Andrea, fermato per 1 turno, e di Papaserio ai box per ben 3 giornate dopo l’espulsione rimediata in terra marchigiana.

La partita è accompagnata da un caldo sole in quel di Fiuggi che rende piacevole la giornata, nonostante si sia solamente a febbraio.

Fiuggi in classica divisa bianca con banda trasversale rossoblu sulla maglia, Agnonese in maglia amaranto come i calzettoni e pantaloncini blu scuro.

Calcio d’inizio affidato alla squadra ospite che si mostra da subito alta e aggressiva trovando però un Fiuggi attento e pronto a rispondere colpo su colpo.

Partita dal clima surreale nei primi minuti di gioco senza il solito sostegno della Curva Gasperone a scaldare gli animi almeno fino al 15’ del primo tempo.

Agnonese che nei primi minuti si mostra più attiva riuscendo, nei primi 10 minuti di gioco, a trovare 2 corner e le principali azioni offensive, non risultando però concrete o realmente efficaci contro i ragazzi di Incocciati. L’azione più pericolosa per gli ospiti arriva al 13′ quando, dopo averci provato due o tre volte da cross dalla sinistra (leitmotiv ricorrente grazie al terzino alto Nicolao) la palla arriva a Diarra che da fuori area prova ad impensierire Chingari ma sfera alta sulla traversa.

Fiuggi che si fa vedere seriamente al 25′ con una bella ripartenza frutto di una autentica magia di Basilico a centrocampo, bravo a mettere giù un pallone velenoso rilanciato dalla propria difesa, palla servita a Macrì che mette in mezzo ma Passaro tergiversa troppo e palla sul fondo.

La partita, per 30′ a dire il vero soporifera, si accende grazie a due fiammate fiuggine: alla mezz’ora veloce ripartenza di Macrì che si ritrova in un 2 contro 1 con la difesa avversaria e la veloce proposizione di Basilico. Il 10 prova a sfondare ma viene atterrato, palla che continua però a viaggiare raggiungendo Basilico che però a tu per tu con il portiere avversario si fa ipnotizzare.

Al minuto successivo palla a Passaro che viene steso in area di rigore e per l’arbitro non ci sono dubbi, rigore per il Fiuggi. Sul dischetto, complice l’assenza di D’Andrea, va Macrì. Il portiere intuisce l’angolo di tiro ma non arriva. 1-0 Fiuggi.

Agnonese che non sembra accusare il colpo e che prova ad impegnare Chingari da calcio d’angolo al 34′ ma il n. 1 termale sventa ogni velleità avversaria.

Fiuggi vicino al raddoppio al 44′. Da rimessa laterale sulla sinistra palla a Basilico posizionato a centro area, bravo il fiuggino a ritagliarsi lo spazio per il tiro che però il portiere avversario smorza tra le sue braccia.

Secondo tempo più frizzante del primo e soprattutto di marca fiuggina. Al 3′ palla in profondità a Basilico che vince il contrasto con il difensore avversario, palla che resta lì e viene recuperata da Passaro che a nell’1 contro 1 con il portiere avversario calcia sulla gamba dell’estremo difensore in uscita. Solo corner per il Fiuggi.

Fiuggi più attivo e che cerca di raggiungere il raddoppio. Al 12′ palla a Macrì di poco decentrato a destra. Il mattatore di giornata si accentra cercando un varco per il tiro, lo trova, ma palla alta sulla traversa.

Se l’attacco non raddoppia tocca alla difesa lavorare per mantenere il risultato. Al 15′ superbo Chingari in area di rigore a gettarsi sui piedi dell’avversario e, in modo pulito, allontanare la sfera a un metro dalla propria porta. Un intervento dal sapore di un gol.

Al 17′ bravissimo Forgione ad arpionare palla al limite dell’area di rigore avversaria, passaggio per Macrì libero in area ma una manona aperta del portiere avversario riesce ad evitare il gol fiuggino.

Al 24′ grandissima opportunità per il Fiuggi. Basilico palla al piede arriva fino in fondo area, palla bassa all’altezza del dischetto per l’inserimento di Forgione che in scivolata indirizza in porta ma Nicolao taglia bene la diagonale dalla sua fascia di competenza e di testa salva a porta vuota.

28′ Agnonese pericolosa. Palla lunga a Kone che si inserisce bene e si ritrova a tu per tu con Chingari. Il n.1 fiuggino non si spaventa e si esalta nell’uscita bassa riuscendo a chiudere ogni spazio e salvando il risultato.

Partita molto più bella e piacevole nei secondi 45′ minuti. Al 34′ di nuovo Fiuggi pericoloso con Forgione che in area riceve palla, lavora di fisico per girarsi verso la porta e tira sul primo palo ma il portiere avversario si distende e in due tempi blocca a terra.

Partita che va verso la fine dopo la girandola di cambi con Viscovich che per l’Agnonese ci prova al 44′ da 30 metri ma palla che sfila di poco a lato del palo. Al minuto seguente a provarci è Kone, fresco di subentro, che scatta in area tagliandola da parte a parte ma al momento del tiro si ritrova troppo defilato sulla destra per impensierire Chingari e sfera a lato della porta di molto.

Finisce 1-0 e Fiuggi che torna alla vittoria con una importante prestazione. Se il primo tempo ha regalato il gol partita, il secondo tempo è stato sicuramente più interessante e divertente con le squadre che non si sono risparmiate. Fiuggi che sale a 33 punti e posizione numero 9 in graduatoria a -6 dai playoff ancora in mano all’Agnonese. I playout ora sono lontani 11 punti con il Giulianova, prossimo avversario del Fiuggi ad occupare proprio la posizione numero 13 in classifica, la prima degli spareggi. Sarà un test sicuramente importante ed avvincente con gli abruzzesi che vorranno vendicare il 6-0 subito dai ragazzi di Incocciati, e con i termali che sono chiamati a ripetersi per accorciare nuovamente la classifica.

ATLETICO TERME FIUGGI Chingari, Tassone, Zaccone, Falasca, Locci, Scalon, Rizzitelli, Forgione, Passaro, Macrì, Basilico PANCHINA Ludovici, Moriconi, Bacchi, Gualtieri, Filipponi, Felea, Chirilenco, Diakhite, Pietrobono ALLENATORE Incocciati

OLYMPIA AGNONESE Mejri, Vogliacco, Nicolao, Viscovich, Ciampi, Allegra, Diakite, Pejic, Diarra, Amaya, Acosta PANCHINA Kuzmanovich, Allegretto, Ballerini, Arfaoui, Tallevi M., Tallevi P., Minacori, D’Ercole, Kone ALLENATORE Pizii

ARBITRO Migliorini di Verona

ASSISTENTI Iemmi di Ravenna e Rignanese di Rimini

PIERPAOLO AMBROSETTI